HERSELF

Il lavoro di Herself viene salutato dalla critica come un armonico meeting tra Sparklehorse, Gravenhurst e Will Oldham. Con un pugno di dischi alle spalle (per etichette quali Jestrai Records e l’inglese Death Letter Tapes), Herself è la personale creazione di Gioele Valenti, songwriter di folk apocalittico a bassa fedeltà, ma anche l’espressione di validi collaboratori come Aldo Ammirata (basso, violoncello, samples). Herself arringa i propri personali fantasmi in dischi registrati con mezzi di produzione decisamente poveri, riflettendo interamente la personalità del fondatore. Ha suonato in lungo e in largo per lo stivale e fatto molti warming up per gruppi quali Swans, Dinosaur Jr, Verdena, Giardini di Mirò, Jennifer Gentle…
Il 2012 vede l’uscita dell’eponimo “HERSELF“, un album intimista, dalle diverse colorazioni e dotato di escursoni low ed hi-fi, un lavoro più che mai integrato con le emozioni che alimentano il progetto. Composto e diretto da Gioele Valenti, “Herself” oltre al fidato Aldo Ammirata vede la collaborazione di musicisti come Amaury Cambuzat (Ulan Bator) e Marco Campitelli (The Marigold).

PRESS | >>> REVIEWS | INTERVIEWS Page “Herself”  (2012) |

DISCOGRAPHY |

Please please please, Leave Now – Subcasotto Records 2004
God is A Major – Jestrai Rec/ Venus 2006
Homework – Jestrai Rec/ Venus 2008
Herself Split with Sun Of Clark – Against It Records 2010
Herself – DeAmbula Records (2012)

LISTEN TO |


Here We Are | from “Herself”, 2012 – DEAR 013

Funny Creatures | from “Herself”, 2012 – DEAR 013

Outside The Church | from “Herself”, 2012 – DEAR 013

Tempus Fugit  | from “Herself”, 2012 – DEAR 013

 


PRESS |
PRESS | >>> REVIEWS | INTERVIEWS Page “herself” (2012) |

GALLERY |

 

 

 

 

 

 

VIDEO |

 

Comments are closed.